31 Dicembre 2020

Questo 2020 lo ricorderemo inevitabilmente tutti. Noi e i nostri figli.

Il Covid. La pandemia. Le mascherine. Gli abbracci mancati. La zona rossa. I malati. Le terapie intensive. I morti. Tanti. Troppi. La Nostra Bergamo. Persino il mio piccolo paese ha subito perdite umane pesantissime. A quelli che passato il periodo più critico mi dicevano (e tutt’ora mi dicono) ma non esiste solo il Covid, sai che ti dico? Lo so benissimo.

So benissimo cosa vuol dire avere un’attività e non poter lavorare. Mio marito ha un bar, lavoriamo insieme, è stato ed è tuttora un periodo terribile, ma ci rimbocchiamo le maniche e andiamo avanti con impegno e sacrificio. Per noi e per i nostri figli.

So benissimo che ci sono altre malattie terribili (del corpo e della mente) a volte con esiti infausti. Lo so benissimo perché io sono una dei tantissimi pazienti oncologici con malattia in fase avanzata che da tempo vive sulla sua pelle la paura della malattia e il terrore della morte. So benissimo che tanti pazienti a causa del Covid hanno dovuto rimandare visite, esami o terapie e anche se io fortunatamente non sono tra queste, trovo che sia stato ingiusto, pericoloso e disarmante. Ma non per questo ritengo di dover sottovalutare o addirittura negare l’esistenza e la pericolosità del virus e soprattutto negare l’importanza di tutti quei mezzi di protezione, mascherina in primis che possono proteggerci. Appena sarà possibile anche io mi vaccinerò perché credo nella ricerca e nella medicina, mi fido dei miei medici e non vedo cospirazioni in ogni cosa. Cinque anni fa quando mi sono ammalata, quando è arrivata la prima recidiva di melanoma ho partecipato a uno studio sperimentale di immunoterapia che nel mio caso purtroppo ha avuto effetti collaterali pesantissimi, talmente pesanti da escludermi da questo studio. Nonostante questo firmerei anche oggi se fosse necessario. Se per qualche motivo dovessi cambiare terapia e ci fosse disponibile solo uno studio sperimentale io non avrei nessuna esitazione. Perché quando convivi ogni giorno con un tumore metastatico all’ultimo stadio, quando sai che i tuoi medici fanno e farebbero di tutto per aiutarti, ti fidi e ti affidi con il cuore. Con un sorriso (magari sotto una mascherina) e con il sole dentro.

Ho sofferto infinitamente in questo anno per tutti gli amici che ci hanno lasciato, e mi sono resa conto ancora una volta di quanto sono fortunata. Io, i miei figli e la mia famiglia stiamo bene. La mia malattia è in remissione. Grazie a due farmaci con tantissimi effetti collaterali. Ho amici e amiche meravigliosi. Vicini e lontani. Alcuni nuovi e altri da una vita. Vorrei che il nuovo Anno restituisse a tutti ciò che il 2020 ha tolto. Per alcuni purtroppo non sarà possibile, anche se i loro Angeli saranno sempre con noi …. ma per altri voglio continuare a credere e sperare. Che sia la salute, il lavoro, la scuola, la serenità, gli abbracci quelli stretti stretti, i viaggi, o l’amore. L’Amore, soprattutto per se stessi.

Buon Anno di cuore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...