Diario di bordo – QUARTA PUNTATA –

 

LUNEDI’ 16 MARZO 2015
Eccolo. Il giorno dell’intervento. Mi sveglio molto presto, un po’ per l’agitazione, un po’ perchè dobbiamo essere in ospedale prima delle 7.
Dovrei essere una delle prime in lista. Invece poi l’attesa si fa più lunghetta. Passano diverse ore eppure io sono abbastanza tranquilla. Sarà perchè quando so che sarò addormentata sono molto più tranquilla. Non ho mai avuto paure del tipo “E se non mi sveglio più?”. Invece sapere di avere un’anestesia locale o spinale e seguire l’intervento o peggio ancora la possibilità di sentire fastidio o dolore, mi agita sempre moltissimo.
Dopo parecchie ore finalmente è il mio turno. Camicino e cuffietta verde (carina eh?!) con il lettino mi portano in sala operatoria dove mi aspettano il mio chirurgo, l’anestesista e la mia “cuginetta” Luisa insieme a tanti altri infermieri…
Ricordo prima di essermi addormentata di aver parlato con un chirurgo amico di Paola che era passato a salutarmi…e poi il nulla!
Il risveglio è stato molto “piacevole”… considerando che quando ero stata operata per il melanoma e anche per le tonsille e adenoidi, avevo sempre avuto “incubi” al risveglio post anestesia, questa volta mi sento bene. Ci sono i miei genitori, Cristian e Silvia. Il mio chirurgo, il Dr. Piazzalunga ha già parlato con loro, spiegando che durante l’intervento per l’asportazione dei linfonodi ascellari e della metastasi, ha dovuto sacrificare il muscolo piccolo pettorale. Eccomi qua, sempre sorridente, un po’ sbattuta, ma sempre sorridente.


Eccoci qua, io, la mia ferita e il mio famigerato drenaggio. Già, perchè da quando mi hanno prospettato questo intervento, avvisandomi che il drenaggio verrà lasciato in sede per parecchio tempo per evitare gonfiori al braccio, la rimozione del drenaggio è diventato per me un pensiero ricorrente e poco piacevole.
Comunque per ora procede tutto bene, saluto tutti abbastanza presto cercando di dormire tra un sms e l’altro…
Avrei voluto che mi portassero i miei bambini… ma stasera decisamente meglio di no.

MARTEDI’ 17 MARZO 2015
La notte trascorre tranquilla, non mi muovo di un centimetro dalla posizione in cui sono per paura di sentire dolore ma in realtà non sento nulla…mi stanno “drogando” per benino con gli antidolorifici.
Non posso ancora alzarmi per fare pipì e fare pipì a letto con la padella è una bella impresa…
Per fortuna la mattina mi accompagnano in bagno e riacquisto un po’ di indipendenza!!
Arriva la colazione (sono a digiuno da domenica sera!!!) tè con fette biscottate, senza riuscire a spalmarci sopra la marmellata perchè il braccino destro ancora non riesco a muoverlo…Per fortuna dopo poco arriva Silvia con un bel cappuccio e brioches direttamente dal bar!!!
Durante il giro visite dei medici mi prospettano la dimissione per il giorno dopo ma visto che non sono assolutamente in forma e ho 3 bimbi a casa chiedo di potermi fermare ancora un giorno…permesso accordato!
Il mio cognatino Simone viene a trovarmi in pausa pranzo e così porta Silvia a mangiare qualcosa. Sarà così per tutta la durata del ricovero.
La giornata scorre tranquilla con qualche visita di amici e parenti sopratutto verso sera.
Io e il mio fedele drenaggio facciamo accomodare i nostri ospiti sui divanetti all’ingresso della Torre 4.
Finalmente arrivano i miei bambini…studiano ogni centimentro e controllano che la loro mamma sia ancora tutta intera. Il tempo vola purtroppo e quando è il momento di salutarci arrivano le lacrime…le loro ben visibili a tutti, le mie nascoste da sola nel mio letto. E insieme alle lacrime arrivano i brutti pensieri…le paure.

MERCOLEDI’ 18 MARZO 2015
Nonostante tutto però,  la notte trascorre  tranquilla. Quando arriva Silvia mi porta una borsettina molto carina della mia nipotina Elisa, che sembra fatta apposta per il mio drenaggio…molto chic e soprattutto comoda!

Più tardi mi portano anche il promemoria per la visita oncologica… il 2 Aprile, il compleanno di mia sorella Silvia. VISITA ONCOLOGICA.

Ok sono ufficialmente una paziente oncologica. Io che per anni ho fissato visite oncologiche e preparato chemioterapie per altri pazienti, oggi sono una di loro.

In realtà non è la mia prima visita  oncologica ma vederlo lì scritto nero su bianco, in attesa dell’esame istologico… bhe, fa un certo effetto!!!

Il dolore fisico e il dover dipendere da qualcuno, scoprirò soprattutto in questo mese, non aiuta la testolina a fare pensieri positivi…ma per fortuna il mio carattere solare e le belle giornate di sole mi aiutano a reagire.

E a proposito di dolore fisico, oggi è passato (come mi avevano promesso… anzi “minacciato”) il mio Dr. Piazzalunga per mostrarmi gli esercizi da fare con il mio braccino destro. Bhe…considerando che non muovevo il braccio da qualche giorno, diciamo che il suo primo approccio è stato decisivo e sicuramente poco piacevole….Comunque come sempre, devo ringraziarlo perchè mi ha dato la scossa giusta per riprendere la mia autonomia… e a casa ci penserà la  mia fisioterapista  nonchè  “cuginetta” Manuela a farmi rigare dritta….

TO BE CONTINUED…

 


 

 

 

9 risposte a "Diario di bordo – QUARTA PUNTATA –"

  1. Ciao, Mary! ho trovato il tuo blog per caso( cercavo informazioni sul melanoma…me ne hanno asportato uno un mese fa e sono ancora in convalescenza, perchè la ferita era abbastanza ampia ed essendo sul polpaccio non potevo camminare per non far saltare i 14 punti metallici), ho fatto l amia prima visita oncologica ed ora mi aspettano altri esami… ti ho letta tutta di un fiato e mi sono sentita molto vicina a te…affrontare tutto con il sorriso e la speranza senza mollare mai è la medicina migliore.
    A te ora come va? è tutto passato?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...